THE_ACT_OF_KILLING

The Act of Killing

THE_ACT_OF_KILLING

Ne sentivo parlare da un anno ma solo adesso sono riuscito a vederlo. The Act of Killing (2012 – diretto da Joshua Oppenheimer, Christine Cynn e da un anonimo indonesiano) andrebbe visto, rivisto, studiato e tramandato come documento di Storia e di Storia del Cinema allo stesso tempo. Si racconta di un sanguinoso passaggio della storia dell’Indonesia negli anni sessanta, ma il caso nasconde una metafora molto più alta: i registi utilizzano il Cinema come strumento/opportunità di riscatto un’intera comunità e (forse) per i protagonisti stessi.

La banalità del Male si mescola ai pochi minuti di celebrità predetti da Warhol, l’idea della Morale scritta dai vincitori ribalta ogni manichea distinzione tra buoni e cattivi. I partigiani/cowboy sono insieme vittime e carnefici in un cammino (a loro stesso ignoto) di redenzione.